.
Annunci online

PartitoDemocraticoNarniSud S.Vito, Guadamello, Gualdo, Vigne, Schifanoia, Borgaria, Itieli e Taizzano
16 aprile 2009

Referendum

Siamo esterrefatti dalla decisione del governo di non permettere al Paese di unire il voto per il referendum al voto per le europee e le amministrative del 7 Giugno.
Si ricorda che il referendum per cui voteremo a Giugno 2009 ha come tema l’abolizione della vergognosa legge elettorale voluta da Calderoli nel 2005 ( da lui stesso definita poi una “porcata ”).
Avremmo dovuto votare già nel 2008 per questo referendum, ma poi la caduta del governo Prodi e le successive elezioni costrinsero a posticipare la data di un anno per ragioni legali.
Ora, finalmente, è venuto il momento di liberarci della “porcata”.
Ma ovviamente cercano in ogni modo di mettere i bastoni fra le ruote .

Si sottolineano qui alcuni semplici dati.
Costo del referendum se accorpato alle elezioni Europee 7 Giugno........................115 milioni
Costo del referendum se fatto da solo 14 Giugno...................................................515 miloni
Costo del referendum se accorpato al ballottaggio amministrativo 21 Giugno..........428 milioni
(Dati www.lavoce.info )

Se il referendum vieniva votato il 7 Giugno avremmo risparmiato 400 milioni di euro.
1. Quali motivi sono tanto importanti da indurre il Ministro dell’Interno, in un momento di gravissima difficoltà economica per l’Italia, a posticipare il referendum al 14 o 21 Giugno (se va bene) o persino al prossimo anno, facendo spendere a noi contribuenti oltre 400 milioni di euro in più rispetto al necessario?
2. Quali sono le ragioni logiche per le quali io, cittadino, debbo essere chiamato per tre settimane consecutive a esercitare il mio diritto e dovere di voto?

Ecco la risposta a entrambe le domande:
Perché, se il referendum veniva accorpato alle elezioni del 7 Giugno, sarebbe stato più probabile raggiungere il quorum del 51% e quindi la sua validità.
Ecco quanto siamo caduti in basso: la Casta, terrorizzata all’idea che passi questo referendum che colpisce al cuore i suoi privilegi, vuole giustificare l’ingiustificabile.
Vogliono convincerci che dare maggiori possibilità al referendum di raggiungere la validità sia una scelta contraria alla democrazia!
Questo è uno scempio di denaro pubblico e un insulto all’intelligenza di noi cittadini: questo argomento è bandito dai mezzi di informazione, ma noi possiamo sfruttare il Web per informare le persone su ciò che sta accadendo sopra le nostre teste.
Parlatene con tutti quelli che conoscete, mandate una mail a tutta la vostra rubrica, mettetelo sul vostro status di Facebook, di MSN, di Twitter, di MySpace per far arrivare ovunque questo messaggio:
Europee+Referendum. No agli Sprechi.

Il sito del comitato promotore www.referendumelettorele.org


condividi:
tag: referendum
permalink inviato da pdnarnisud | commenti 0 | Versione per la stampa stampa
marzo        maggio
in evidenza

29 dicembre 2010 La fine dell'anno La fine dell'anno è arrivata. Il primo decennio del  XXI secolo si è concluso. Ho riascoltato i discorsi di fine anno dei nostri Presidenti della Repubblica. Qualcuno leggeva altri andavano a memoria. Gli argomenti? Disoccupazione, emigrazione, terrorismo, studenti, assassini comuni e politici.  la costanza di tali elementi  mi è ... (continua) Leggi tutto

chi sono
pdnarnisud
I libri per chiarelettere

I nuovi mostri
Oliviero Beha





Scheda libro
Acquista online

Italiopoli
Oliviero Beha





Scheda libro
Acquista online

prossimi appuntamenti
Tutti gli appuntamenti
ultimi post
archivio



Blog letto 1 volte
bacheca

 


Pd Circolo Narni Sud

Crea il tuo badge


TESSERAMENTO 2014

La tessera non è solo una schedina di plastica colorata, l'adesione al PD è: un simbolo inequivocabile di appartenenza, condivisione di un progetto, un modo per contribuire ancor più concretamente alla sua crescita, alla sua organizzazione e al suo sostentamento.

 

 E' possibile ritirare la tessera del partito contattando direttamente il coordinatore del circolo o uno dei suoi componenti.
La tessera è valida per tutto il 2014 versando un contributo min. di 15 €
TI ASPETTIAMO


ANTIMAFIA

 

" La mafia non è affatto invincibile. E' un fatto umano, e come tutti i fatti umani ha avuto un inizio e avrà anche una fine. Piuttosto bisogna rendersi conto che è un fenomeno terribilmente serio, molto grave, e che si può vincere non pretendendo l'eroismo dai nervi cittadini, ma impegnando in questa battaglia tutte le forze migliori delle istituzioni.." Giovanni Falcone


LIBERTA'

Credo che la libertà sia uno dei beni che gli uomini dovrebbero apprezzare di più. La libertà è come la poesia: non deve avere aggettivi, è libertà." "Alla fine il reato più grave diventa quello di chi racconta certe cose, anzichè chi le fa. La colpa non è dello specchio, ma di chi ci sta davanti." Enzo Biagi